Blog / Crisi di coppia, se la conosci, prenoti un Day Break Hotel
Crisi di coppia, se la conosci, prenoti un Day Break Hotel
12 agosto 2014

Come possono poche ore in un hotel di giorno aiutarmi ad uscire da una crisi di coppia?

Cominciamo dall’inizio.

Che la crisi in una coppia sposata (e non) arrivi prima o poi per tutti è vero. Ma è consolatorio? No. Facciamo qualcosa per scongiurarla? Di nuovo no. La certezza che quella brutta bestia della crisi del settimo anno colpirà noi come la nostra vicina di casa ci scoccia come essere accomunati nell’oroscopo a gente con cui noi non berremmo nemmeno un crodino. Ma quel momento arriva e il matrimonio è andato prima che si abbia il tempo di dire buon anniversario. Il disastro però si compie prima, molto prima, in tempi non sospetti.

Barbie-014

Presi dal lavoro, magari dai figli piccoli e dalle responsabilità quotidiane, rischiamo di incontrare il nostro compagno solo la sera in camera da letto, quando l’effetto cicciobello, verticale>sveglio, orizzontale >svenuto, diventa oramai inevitabile. Magari ogni tanto la botta di vita di una cena con gli amici, sempre i soliti e spesso anche loro presi delle nostra stessa sindrome. La noia. Sapere gia cosa dirà, cosa farà, quale piatto ordinerà al ristorante, come sbufferà davanti al nostro programma televisivo preferito. Lo diamo per scontato. Orrore, allarme, soccorso. Perchè magari in un momento di estrema inconsueta lucidità ci rendiamo conto che anche l’altro la pensa così. Anche noi non abbiamo più segreti, mistero, appeal. Per motivi misteriosi siamo tutti degli scatenati passionaloni nelle altre situazioni, quelle, fuori dall’ordinario.

Ecco allora potremmo cominciamo a mischiare la carte, cominciando a portare la nostra coppia fuori dall’ordinario, in terreni inesplorati, in avventure emozionanti. Non vacanze costosissime, un guardaroba nuovo o ricorrendo alla chirurgia plastica.

 

La regola numero 1 è: non aspettare. Agire subito, dare uno scossone vigoroso. La regola numero 2 è: cambiare. La routine non deve essere la stessa, preparare una cena speciale, scegliere una stanza diversa dove mettersi a tavola e tornare a parlarsi davvero. All’inizio sembra strano, forzato, poi le cose prendono il via. La regola n 3 è il tempo: il tempo da investire nella coppia è fondamentale tanto quello che si  trascorrere con i figli, soprattutto perchè ne gioverà tutta la famiglia.

Prendersi del tempo per se e sorprendere il proprio partner è un dovere ancor prima di un piacere. Quindi bando ai sensi di coppia, parcheggiate i bambini da nonni, amici, o colleghi genitori buoni samaritani. Prendetevi mezza giornata libera al lavoro o un pausa pranzo un po’ più lunga. E andate verso l’ignoto.

Fermiamoci a pensare, ci sono migliaia di cose che non abbiamo ancora mai fatto e torniamo alla domanda iniziale, ‘come risolvere una crisi di coppia con poche ore in un hotel di giorno’. I viaggi sono sempre stati un collante, il migliore afrodisiaco, l’atmosfera ideale per ristabilire una buona complicità. A questo punto possiamo concentrarci sulla riscoperta di se e del piacere di stare in un albergo spettacolare senza la stanchezza accumulata di dieci musei in quattro ore riscoprendo invece quella sensazione di trasgressione che ti da stare a fare nulla quando gli altri lavorano.

Soprendi il tuo compagno, torna a mostrargli che hai ancora molto da raccontare, organizza una giornata in un hotel day use con spa o piscina per vivacizzare il tuo matrimonio nella tua città. Tutto a prezzi scontatissimi e a due passi da casa. Prevenire l’arrivo di una crisi di coppia si può fare, l’importante è fregarla in tempo e farle trovare la porta chiusa, come quella di una lussuosa suite d’hotel.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *